Arnold Schwarzenegger in un video comapar l'attacco al Campidoglio con la Notte dei Cristalli

Arnold Schwarzenegger paragona l’attacco al Campidoglio alla Notte dei Cristalli

di Redazione
L’ex governatore della California Arnold Schwarzenegger ha diffuso un videomessaggio che è diventato rapidamente virale domenica, in cui ha paragonato l’assalto della scorsa settimana al Campidoglio degli Stati Uniti al pogrom della Kristallnacht dell’era nazista contro gli ebrei tedeschi.

La Notte dei Cristalli, in cui gli ebrei, le case, le aziende e le sinagoghe furono attaccate dalle bande naziste organizzate il 9-10 novembre 1938, è vista da molti storici come un punto di svolta verso quello che divenne l’Olocausto.

Come riporta anche Algemeiner, Schwarzenegger, il cui padre Gustav era un membro del partito nazista e prestò servizio nell’esercito tedesco durante la seconda guerra mondiale, ha detto nel video: “Sono cresciuto in Austria. Conosco molto bene la Notte dei Cristalli, o la notte dei vetri rotti. Fu una notte di furia contro gli ebrei condotta nel 1938 dall’equivalente nazista dei Proud Boys ”- riferendosi a un gruppo di spicco di estrema destra coinvolto nella manifestazione che si è trasformata in rivolta del Campidoglio.

“Mercoledì è stato il giorno dei cristalli proprio qui negli Stati Uniti”, ha detto. “Il vetro rotto era nelle finestre del Campidoglio degli Stati Uniti.”

La velata ammissione del passato nazista del padre

Parlando della propria esperienza, Schwarzenegger ha detto: “Sono cresciuto tra le rovine di un paese che ha subito la perdita della sua democrazia. … Crescendo, ero circondato da uomini distrutti che bevevano il senso di colpa per la loro partecipazione al regime più malvagio della storia”.

“Non tutti erano rabbiosi antisemiti o nazisti”, ha detto. “Molti sono andati avanti, passo dopo passo, lungo la strada … Tutto è iniziato con bugie, bugie, bugie e intolleranza.”

“Quindi venendo io dall’Europa, ho visto in prima persona come le cose possono sfuggire al controllo”, ha detto Schwarzenegger, che è immigrato negli Stati Uniti nel 1968. “Mio padre e i nostri vicini sono stati ingannati con bugie, e so dove portano tali bugie”.

Schwarzenegger ha detto di non essere d’accordo con coloro che temono che gli Stati Uniti avrebbero seguito la via dell’Europa dopo il 1938, ma che “dobbiamo essere consapevoli delle terribili conseguenze dell’egoismo e del cinismo”.

L’ex governatore repubblicano e star del cinema ha aggiunto che l’attuale atmosfera politica, promossa dal presidente Donald Trump e da coloro che hanno sostenuto le sue affermazioni di frode elettorale, ha minacciato la democrazia americana come ha fatto in Europa, ma “la nostra democrazia ha tenuto duro”.

“A coloro che pensano di poter ribaltare la Costituzione degli Stati Uniti, sappiate questo: non vincerete mai”, ha detto.

 

Menu