Damien Enticott, il politico laburista che ha dichiarato "gli ebrei bevono sangue"

“Gli ebrei bevono sangue”: bufera per il post di un politico inglese

Mondo

di Nathan Greppi
Damien Enticott, consigliere comunale nella città inglese di Bognor Regis per il Partito Laburista, è stato sospeso dal suo partito per aver pubblicato su facebook un post secondo il quale gli ebrei sono dediti a bere sangue per scopi rituali. Secondo il JTA, la settimana scorsa Enticott aveva detto alla rivista ebraica Jewish Chronicle che non aveva pubblicato lui il post: per difendersi, disse che condivide la casa con altre persone, e che si può accedere al suo computer senza password, perciò qualcun altro l’avrebbe pubblicato usando il suo profilo.

Tuttavia, lunedì 30 luglio Enticott ha scritto un nuovo post, e questa volta ha ammesso che il post antisemita era opera sua. Quest’ultimo diceva così: “Rituale Ebraico – Bevono sangue e succhiano i c***i ai neonati,” in riferimento a un presunto rito praticato dagli ebrei ortodossi. Ha aggiunto di aver scritto che “Hitler avrebbe la soluzione per il problema israeliano.” Si sarebbe giustificato dicendo che è stato per “la frustrazione nel vedere civili disarmati venire fucilati dai soldati israeliani. […] Io sono antisionista, non antisemita.”

Enticott ha affermato che secondo lui il Partito Laburista “farà la cosa giusta” reintegrandolo, aggiungendo che si rifiuta di seguire qualsiasi corso disciplinare. Se sarà espulso dal Labour, ha detto, conserverà comunque il suo posto da consigliere comunale come un indipendente. Nel suo post di lunedì ha anche scritto questo: “Alla fine, continuerò a esprimermi liberamente per il mio elettorato e le mie scuse saranno solo per la gente di Hatherleig Ward (la frazione di Bognor Regis che rappresenta, ndr) se sarà necessario. Sono solo gli abitanti di Hatherleigh Ward coloro che rappresento veramente come consigliere e a cui devo tenere conto.”

 

Menu