L'arcidiocesi di Cordoba in Argentina

Argentina: un docente universitario offre un bonus “a chi trova un ebreo povero”

Mondo

di Nathan Greppi
Durante una lezione online di politica internazionale all’Università Secolo XXI di Cordoba, in Argentina, il docente Esteban Lizondo avrebbe offerto un bonus a “chiunque riesca a trovare un ebreo povero,” aggiungendo che il denaro “dimostra quanto potere hanno gli ebrei. Sono capaci di gestire affari e imprese finanziarie per continuare ad arricchirsi.”

Secondo Algemeiner, il docente avrebbe continuato dicendo: “Secondo voi perché i nazisti hanno ucciso così tanti ebrei? Per l’invidia che provavano. Immaginate i tedeschi che continuavano a morire dissanguati per una crisi economica atroce, con l’iperinflazione, e gli ebrei… continuavano ad arricchirsi.” Ha aggiunto che la nascita dello Stato d’Israele è stata “una resa nei confronti della lobby sionista” in cambio di denaro.

Uno studente che ha preferito restare anonimo ha filmato l’accaduto per poi inviarlo a un influencer che l’ha postato sul suo profilo Twitter. Il video è stato segnalato anche alla DAIA, organizzazione che riunisce le comunità ebraiche argentine, che ha scritto all’università dicendo che va contro la legge argentina “incoraggiare o intraprendere odio e persecuzioni contro una o più persone per la loro razza, religione, nazionalità o idee politiche.”

L’università ha risposto affermando che “non accetta alcun tipo di discriminazione, e l’unico limite alla libertà di cattedra e di pensiero nelle sue aule sono gli atteggiamenti e le posizioni antidemocratiche,” aggiungendo che se dopo le verifiche fosse confermata la validità delle accuse il docente sarà punito severamente.

Menu