La presidente dell'Ucei Noemi Di Segni

Orribile omicidio: Noemi Di Segni scrive alla famiglia di Willy

Italia

di Noemi Di Segni, Presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane

Carissimi Amici, famiglia Monteiro,
sono consapevole che non esistano parole adatte per lenire una sofferenza così estrema e lacerante come quella che state vivendo.
Vi giunga comunque la vicinanza e la solidarietà di tutti gli ebrei italiani, che vivono quanto avvenuto come un orrore che si riverbera sull’intera società italiana.Più leggiamo di Willy e del suo straordinario coraggio, più guardiamo il suo luminoso sorriso nelle foto che sono pubblicate, e più ci manca il fiato.Siamo attoniti, pietrificati.
Consapevoli del fatto che Willy sia stato un dono per tutti coloro che lo hanno amato e conosciuto.
Un ricordo che non dovrà mai spegnersi e che deve generare, per noi tutti, l’impegno di arginare con ogni possibile parola e azione educativa e repressiva la cultura di odio che tenta di infiltrarsi nella società e che tenta di sostituire quella della convivenza.
Noi ci siamo sempre, al vostro fianco. Mi congedo con la preghiera ebraica di auspicio “Che il suo ricordo sia di benedizione”, con la speranza di potervi rendere una visita per esprimere anche a voce questo ideale abbraccio.

Noemi Di Segni, Presidente Unione delle Comunità Ebraiche Italiane

Menu