Alla brand identity del MEIS di Ferrara la menzione d’onore del Premio Compasso d’Oro

Italia

di Redazione
La giuria internazionale del XXVI Premio Compasso d’Oro ADI ha conferito ieri a Milano la menzione d’onore al progetto di Brand identity del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah progettato da Teikna Design. A ricevere il prestigioso riconoscimento, Claudia Neri, direttore creativo di Teikna Design accompagnata da Amedeo Spagnoletto, direttore del MEIS.

“Un riconoscimento così importante nel panorama italiano e internazionale – ha commentato il direttore Spagnoletto –  è per noi motivo di grande orgoglio. Fin dalla sua nascita il MEIS vuole proporsi come un museo innovativo, curato nei minimi dettagli e con un linguaggio universale, a partire dalla sua brand identity”. Ha aggiunto Claudia Neri: “La brand identity del MEIS è pensata per essere un sistema di segni, un linguaggio visivo fortemente connotato e riconoscibile in grado di adattarsi con eleganza e disinvoltura a contenuti eterogenei.”

Il Compasso d’Oro ADI

Istituito nel 1954, il Premio Compasso d’Oro ADI è il più antico ma soprattutto il più autorevole premio mondiale di design.
Nato da un’idea di Gio Ponti fu per anni organizzato dai grandi magazzini la Rinascente, allo scopo di mettere in evidenza il valore e la qualità dei prodotti del design italiano allora ai suoi albori.

Successivamente esso fu donato all’ADI che dal 1958 ne cura l’organizzazione, vigilando sulla sua imparzialità e sulla sua integrità.

I quasi trecento progetti premiati in oltre cinquant’anni di vita del premio, insieme ai quasi duemila selezionati con la Menzione d’Onore, sono raccolti e custoditi nella Collezione Storica del Premio Compasso d’Oro ADI la cui gestione è stata affidata alla Fondazione ADI, costituita all’uopo dall’ADI nel 2001.

Il premio Compasso d’Oro viene assegnato sulla base di una preselezione effettuata dall’Osservatorio permanente del Design dell’ADI, costituito da una una commissione di esperti, designer, critici, storici, giornalisti specializzati, soci dell’ADI o esterni a essa, impegnati tutti con continuità nel raccogliere, anno dopo anno, informazioni e nel valutare e selezionare i migliori prodotti i quali vengono poi pubblicati negli annuari ADI Design Index.

Con un’iniziativa che non ha precedenti nell’ambito del design internazionale il Ministero dei Beni Culturali – Soprintendenza Regionale per la Lombardia, con Decreto del 22 Aprile 2004, ha dichiarato “di eccezionale interesse artistico e storico” la Collezione Storica del Premio Compasso d’Oro ADI, inserendola conseguentemente nel patrimonio nazionale.

Menu