Lo sfregio antisemita Forza Hitler

A Rosate scrivono ‘Forza Hitler’ sull’auto di una famiglia ebraica. La condanna della Comunità ebraica e del Sindaco di Rosate

Italia

di Redazione
“Forse è una ragazzata o un gesto di persone ignoranti, ma certamente non è da sottovalutare. A Rosate non abbiamo mai avuto mai problemi in quanto ebrei, ci sono ottimi rapporti con tutti. Ringrazio il sindaco che si è dimostrato subito attento e ha condannato l’accaduto”.
Parla così a Mosaico l’insegnante della scuola ebraica di Milano dopo che sabato 13 ha scoperto una scritta in pennarello indelebile che recitava ‘Forza Hitler’ sulla sua auto a Rosate, in provincia sud-ovest di Milano, dove abita da più di vent’anni.

“A prima vista poteva sembrare il gesto dei soliti imbecilli, ha scritto sui social il sindaco di Rosate Daniele Del Ben, che ha fortemente condannato l’episodio -. E invece non si tratta del gesto dei soliti imbecilli, perché questa macchina è di proprietà di una famiglia di origine ebraica residente a Rosate da 23 anni. La comunità rosatese ribadisce la propria opposizione a qualsiasi forma di intolleranza e di discriminazione di tipo razziale ed esprime solidarietà ai cittadini coinvolti. Ricordo ai responsabili – conclude Del Ben – che Rosate ha conferito la cittadinanza onoraria a Liliana Segre. Qui non c’è spazio per sentimenti xenofobi e antisemiti”.

“A nome di tutto il Consiglio della comunità ebraica di Milano esprimo sdegno e solidarietà alla famiglia vittima di questo vigliacco attacco antisemita che riguarda noi tutti”, dichiara l’assessore alla scuola della Comunità ebraica Timna Colombo.

 

Menu