Mosaico
mercoledì 14 giugno 2017
inoltro: STONES! Uno spettacolo geniale, ASSOLUTAMENTE DA VEDERE!

STONES! Uno spettacolo geniale,

ASSOLUTAMENTE DA VEDERE! FORTE INTENSO POETICO IRONICO! !

Lo spettacolo è presentato a Milano in collaborazione con Ambasciata d’Israele in Italia e dell’associazione Italia-Israele.

Sarà in scena presso il Teatro Verdi dall’11 al 18 giugno, alle ore 21.30.

Lo spettacolo Avanim/Stones della compagnia teatrale ORTO-DA. Un’occasione imperdibile per ammirare il talento di una giovane compagnia che conquista il pubblico con un particolare stile post moderno che unisce mimo, clownerie dark, danza e arti visive. Uno spettacolo che rende omaggio a una pagina dolorosa della nostra storia attraverso la delicata fantasia del teatro.

avanim 2

avanim 1

ORTO-DA Theatre Group è nato nel 1996 da sei mimi attori, specializzati nel teatro di strada, alla ricerca di un nuovo linguaggio espressivo. La loro ricerca mirava ad armonizzare le radici culturali del teatro di tradizione (“Orto” inteso come la radice di ortodosso) e allo stesso tempo ad esplorare nuovi territori dell’arte teatrale (“Da” come Dada). Inoltre, sempre in ebraico, il termine rimanda ad altri due concetti: Or significa luce, Toda vuol dire grazie. In queste radici etimologiche risiede la chiave del lavoro della compagnia, i cui componenti portano in scena una fusione post moderna di mimica corporea, clownerie con un tocco “dark”, danza e visual art, creando in questo modo uno stile unico e di grande immediatezza, che raggiunge il pubblico oltrepassando qualsiasi barriera linguistica e culturale.

Per Avanim, gli ORTO-DA si sono ispirati al monumento scolpito da Nathan Rapoport alla memoria delle vittime dell’Olocausto e dei resistenti del Ghetto di Varsavia e posto nel 1948 all’ingresso del Ghetto. Truccati sorprendentemente, in modo da rappresentare le figure del monumento stesso, gli attori, all’inizio immobili come pietre, si animano gradualmente sino a prendere vita, dando il via a un viaggio intimo nella memoria e nel tempo. Proiettati nel 21° secolo, i personaggi intraprendono un viaggio intimo nelle coscienze e nel tempo, un viaggio poetico, nelle menti e nelle memorie, nel presente e nella storia.

 

 

Footer Newsletter