Mosaico
martedì 9 dicembre 2014
17 Kislev 5775
Il sito Mosaico si è rinnovato. Visitatelo! Vi aspettano molte sorprese

Ha due anime: informazione e servizi

Il sito Mosaico è stato completamente rinnovato, con una nuova area dedicata alla Comunità, informazioni e servizi. Una Gallery di video, un’area dedicata alle opinioni con Blog di autori e opinionisti tutta da scoprire.
Nell’area Pagamenti e Donazioni è possibile pagare, direttamente on line, le rette scolastiche, i contributi alla Comunità, i posti al Tempio e ogni altro servizio comunitario, oppure effettuare donazioni per i Giovani, le attività culturali, i servizi sociali, il Bollettino e Mosaico …

L’intento è quello di rendere il sito della Comunità, non solo sempre più ricco di informazioni, ma anche più utile agli iscritti nelle esigenze della vita di tutti i giorni. Più Comunità, più Servizi, più vicini.

Dopo la Newsletter, anche Mosaico si rinnova completamente: più informazione, una galleria di immagini e video dal mondo ebraico. E ancora le voci variegate e autorevoli di blogger e opinionisti. Ma anche una parte completamente nuova. La facciamo raccontare a Guido Osimo, assessore alla Comunicazione da circa un anno, che ha voluto fortemente dare un’impronta innovativa e coordinata all’informazione comunitaria.
«Un sito con due anime e due facce, con una grafica rinnovata che rende molto chiara questa duplice funzione. Abbiamo voluto ampliare l’offerta di informazione, con blog, video, notizie più fresche e in numero maggiore. Ma l’aspetto più importante è aver trasformato Mosaico anche in un sito di servizio comunitario, con una maggiore attenzione alla realtà e agli affari interni.

Gli iscritti possono infatti trovare aree tematiche molto chiare, e avere la possibilità di relazionarsi direttamente con gli uffici comunitari per servizi e informazioni. C’è il filo diretto con il Presidente, gli assessori e i consiglieri, con la possibilità di inviare mail con suggerimenti, segnalazione di problemi specifici, ma anche richieste di consigli e informazioni.

Una parte completamente nuova è quella dedicata alle donazioni e ai pagamenti. Grazie alla collaborazione con Imanuel Baharier e la sua start-up Sparkling 18, è possibile, direttamente online, con pochi click, pagare le rette della Scuola della Comunità o della Residenza Arzaga, i contributi alla Comunità, i posti al Tempio e i lumini, l’abbonamento al Bollettino, le pubblicità, gli annunci. Nella stessa “gabbia” è possibile anche fare donazioni per sostenere direttamente i vari settori della Comunità, dalla Scuola, alla Residenza anziani, dal Servizio sociale alla Cultura, dalla Sicurezza ai Giovani, al Rabbinato, agli stessi Bollettino/Mosaico».
Nell’area di servizio, i “naviganti” possono trovare anche i link a siti già on-line, in una rete di “siti amici” di istituzioni e stampa ebraica. Ma anche il collegamento diretto a siti “under construction” sempre legati alla Comunità ma autonomi: quello del Rabbinato, quello della Scuola e della Residenza Arzaga, di Job. E poi la modulistica, gli orari dello spaccio comunitario di carne e prodotti, informazioni su dove dormire/mangiare Kasher a Milano per chi si trova a passare di qua.

«Anche in vista di Expo, – continua Osimo – il sito vuole offrire tutta una serie di informazioni di servizio per gli ebrei del mondo che verranno a Milano nei prossimi mesi: dove pregare, dove soggiornare, i ristoranti e i negozi»
Anche per gli iscritti, poter usufruire di servizi on line può semplificare la vita, soprattutto per chi abita fuori Milano: trovare i moduli per iscrivere i propri figli a Scuola, o presentare domande, effettuare i pagamenti senza dover per forza venire negli uffici della Comunità.
«È una innovazione necessaria. Forse siamo già in ritardo, Internet 2.0 è da tempo una realtà; ma l’importante è avere avviato la procedura – spiega Guido Osimo -. Questa è la prima parte di un progetto in due fasi. Mosaico diventando anche un sito di servizio, deve spingere la Comunità, in un circolo virtuoso, ad offrire sempre nuovi servizi, oltre a quelli esistenti. Il sito può diventare così il catalizzatore di altre idee, in occasione di Expo, come ho detto, ma non solo». Può essere una vetrina per locali, ristoranti, ma anche per prenotare le visite guidate alla Sinagoga o al Memoriale, o a mostre milanesi di interesse ebraico, come la grande retrospettiva di Chagall in corso a Palazzo Reale.
«La messa on-line del nuovo sito Mosaico è il compimento di un anno di forte innovazione: il rinnovamento completo della Newsletter, che oggi informa meglio e di più su quello che accade nella nostra comunità; il sito e, come terzo elemento positivo, la nascita di un bel gruppo di giovani collaboratori, sia per il Bollettino sia per Mosaico; un vivaio comunitario che riceve dalla direttrice Fiona Diwan una formazione giornalistica professionale e qualificata. È un segno importante per il futuro, la cifra di un impegno che mi sono assunto e per il quale ho avuto la collaborazione del presidente Walker Meghnagi, dell’assessore Raffaele Besso e del segretario generale Alfonso Sassun, con l’avallo del Consiglio della Comunità. Credo di dover sottolineare – conclude Osimo – che l’aspetto fondamentale è che la direttrice e la redazione abbiano accettato il peso di sfide professionali nuove. La Comunità è spesso restia a dare un riconoscimento anche solo morale a chi lavora, ma va detto che la redazione ha accettato di far crescere un gruppo di giovani, che portano nuove energie ed entusiasmo, che sono un aiuto ma anche un impegno non indifferente, in termini di tempo e energie per la necessità di formarli. Voglio ringraziare Fiona Diwan per aver raccolto la sfida». Ora la nuova macchina andrà rodata, ma è già stata collaudata positivamente. I servizi offerti cresceranno nel tempo anche adeguandosi alle nuove tecnologie, sempre nell’ottica di creare un rapporto più stretto con gli iscritti.