KKL: premiazione concorso fotografico “Israele, naturalmente!”

di Avigail P. Senigaglia

La conclusione dell’ottava edizione del concorso è finalmente arrivata! La premiazione si è svolta il 29 maggio nell’aula magna della scuola e sono intervenuti gli alunni delle seconde liceo, veri protagonisti del concorso, le prime liceo che saranno in gara il prossimo anno, e la Giuria insieme ai dirigenti e professori della scuola. I novelli fotografi, più o meno “improvvisati”, i vincitori premiati e i partecipanti, tutti hanno ricevuto il diploma del Keren Kayemeth e ottenuto un piccolo bagaglio di conoscenze in più grazie all’intervento dell’architetto e fotografo Giovanni Salvati, docente di Linguaggio dell’Immagine; dopo la sua lezione preliminare tenutasi a novembre, il loro approccio nei confronti della fotografia è stato decisamente più consapevole e adeguato.
Ma veniamo ai vincitori di questa ottava edizione de Israele, Naturalmente!.

Idan Abdollahi si è classificato al terzo posto e, al secondo, Gadi Maggioncalda. La “medaglia d’oro” è stata vinta da Rebecca Menasci, che ha prodotto una serie consistente di fotografie tutte molto belle.
«Una buona fotografia deve riuscire a trasmettere emozione», così ripete agli alunni il nostro Presidente di Giuria, Arch. Giovanni Salvati. I ragazzi questo lo hanno capito: non è facile da mettere in pratica ma i loro sforzi e il loro impegno emergono dai loro scatti.
Giovanni Salvati ci ha insegnato che per una buona costruzione formale è indispensabile seguire la famosa Regola dei Terzi e che, però, se trasgredita con sapienza e capacità si possono ottenere risultati sorprendenti. Insomma “piccoli fotografi crescono” potrebbe essere il nuovo titolo del concorso: infatti, osservando i loro scatti, risulta evidente ciò che i ragazzi hanno imparato durante la lezione. L’auspicio del KKL è che possano avvicinarsi alla natura anche attraverso il gusto e la passione per la buona fotografia: bravi ragazzi per aver colto questa magnifica opportunità e per aver allargato i vostri orizzonti…forse questo è il vero premio per tutti!
Il professor Salvati ha commentato le slide proiettate sullo schermo: ha fatto scorrere le foto dei ragazzi incorniciate con un passepartout bianco che riportava il nome di ciascun alunno, proprio come i veri fotografi professionisti; ma quali sono le caratteristiche più importanti che deve avere l’immagine per cogliere nel segno? Ecco gli ingredienti: unicità, originalità, creatività e… una certa dose di coraggio! Se poi ci chiedessimo che cosa deve avere un buon fotografo, la risposta ci viene data dal Maestro Henri Cartier Bresson, fotografo dallo stile inconfondibile e unico: …«Delle buone scarpe!»

Menu