prima di tutto

Crisi in Consiglio, Schwarz casus belli

La bomba è scoppiata a mezzanotte. Dopo tre ore di dibattito serrato e costruttivo, è stata la questione del reintegro della Giunta a far esplodere in maniera del tutto inaspettata i delicati equilibri che ormai da un anno avevano consentito al Consiglio della Comunità di lavorare in modo congiunto, fianco a fianco, ciascuno con deleghe e competenze importanti.
Leggi l’articolo

Presente in prima di tutto

La lettura dei Nomi

Yom HaShoah sarà celebrato nel Tempio Centrale di via della Guastalla, domenica 7 aprile alle ore 18.30, con una cerimonia, organizzata da Associazione Figli della Shoah, Cdec, Comunità e Rabbinato milanese, con la collaborazione delle tre scuole ebraiche di Milano, quella della Comunità, quella del Merkos e la Joseph Tehillot.
Leggi l’articolo

Presente in Articoli, prima di tutto |

A 30 anni dall’attacco alla Sinagoga di Roma: che cos’è stato il Lodo Moro

Il 3 ottobre 2008 sul quotidiano israeliano Yediot Aharonot fu pubblicata una lunghissima intervista a Francesco Cossiga
Leggi l’articolo

Presente in Articoli, prima di tutto |

Pesaro: grazie al magnate Boris Spiegel le lapidi tornano a casa

Cinque cippi funerari e una lapide, risalenti al periodo tra il 1500 e il 1690, sono stati collocati nel Cimitero Ebraico storico di Pesaro
Leggi l’articolo

Presente in prima di tutto |

Confermato Gattegna alla presidenza UCEI

Vicepresidenti Claudia De Benedetti e Anselmo Calò. Gli altri componenti di Giunta eletti sono Victor Magiar, Dario Bedarida, Giorgio Mortara, Raffaele Turiel, Sandro Di Castro e rav Adolfo Locci. Sono state assegnate ai consiglieri alcune deleghe: Giorgio Mortara al Decentramento, Annie Sacerdoti alla Giornata della Cultura e Beni culturali, Riccardo Hofmann al Giovani e ai rapporti con gli enti ebraici, Raffaele Turiel alla Scuola e Formazione.
Leggi l’articolo

Presente in prima di tutto

Eletto il nuovo consiglio UCEI

Il più votato è stato il presidente Renzo Gattegna. Con lui faranno parte del nuovo Consiglio UCEI: Claudia De Benedetti (Casale Monferrato), Anselmo Calò (Roma), Dario Bedarida (Firenze), Victor Magiar (Roma), Annie Sacerdoti (Milano), Giorgio Mortara (Milano), Valerio Di Porto (Pisa), Riccardo Hofmann (Milano), Andrea Mariani (Trieste), Raffaele Turiel (Milano), Settimio Pavoncello (Roma), Sandro Di Castro (Roma), Giulio Disegni (Torino), Vittorio Pavoncello (Roma). Integra il Consiglio la Consulta rabbinica: rav Adolfo Locci (Padova), rav Alfonso Arbib (Milano) e rav Alberto Moshe Somekh (Torino). Il Collegio dei probiviri è composto da Guido Coen (Roma), Ugo Limentani (Roma), David Palterer (Firenze), Paola Jarach (Livorno), Fabio Norsa (Mantova), Giacomo Saban (Roma), Emanuele Cohenca (Milano). Revisori dei conti sono Riccardo Bauer, Cesare Cava e Claudio Coen.
Leggi l’articolo

Presente in prima di tutto

La strada per Roma

Affluenza bassa ma prevedibile, dato che il voto per i delegati al Congresso dell’Unione era disgiunto – evento raro – da quello per le elezioni comunitarie, senz’altro più sentite. Domenica 7 novembre infatti, solo il 19,1 per cento degli iscritti alle liste elettorali si è recato a votare. Due le liste, quattordici i candidati, undici i delegati da eleggere, era ovvio che solo tre non avrebbero “vinto”.
Ecco quindi chi va al Congresso di Roma
Leggi l’articolo

Presente in prima di tutto

Presentato a Montecitorio “Regole” di Abravanel

“Darsi le giuste regole e seguirle, ci aiuta a vivere meglio. Non solo: è un buon affare, conviene sempre. L’ebraismo è pieno zeppo di regole e per ciascuna c’è un senso profondo, che connette il fare con il perché del fare. Senza regole, o con regole sbagliate, non si sviluppa niente, né la spiritualità, né l’economia, né la personalità. Senza regole, governare una società sempre più complessa, dove i servizi hanno un peso crescente rispetto ai prodotti, è impossibile”.

Un tema quindi di alto valore anche per la Governance di uno Stato e così, martedi 26 ottobre, Abravanel e D’Agnese hanno dibattuto di “Regole”, il nuovo libro dell’ex Mr McKinsey Italia a Montecitorio con un panel costituito dal Presidente della Camera Gianfranco Fini, il Vicepresidente Maurizio Lupi, il Ministro Maria Stella Gelmini, l’On. Enrico Letta, il Direttore Generale del Tesoro Vittorio Grilli, la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia e moderato da Gianni Riotta.
Leggi l’articolo

Presente in prima di tutto

La Fondazione e la Comunità, quale futuro?

due le visioni che si contrappongono su come gestire questo “tesoretto” accumulato dalla Fondazione Scuola per i suoi compiti statutari, ma che oggi farebbe molto comodo alla Comunità. Nel quadro dell’impegno che la Giunta della Comunità ha intrapreso per il risanamento finanziario non poteva mancare un ragionamento sulla gestione di questo patrimonio. Se il bilancio comunitario potesse inserire tra le voci attive questi due milioni di euro, più i due milioni di contributi arretrati che Alberto Foà sta cercando con grande passione e determinazione di portare nelle casse assetate della CEM, la gestione finanziaria potrebbe orientarsi finalmente verso la meta del pareggio.
Leggi l’articolo

Presente in prima di tutto

Il Presidente Gattegna interviene sulle parole di Ciarrapico

“Gli ebrei italiani nel vedere e ascoltare l’esternazione del senatore Ciarrapico hanno provato rabbia e sconforto. Ciarrapico non ha sorpreso, perché tutti sanno che egli si è limitato, in un momento di sincerità, a dire ciò che ha sempre pensato degli ebrei, coerentemente con la sua formazione e la sua mentalità. Lo sconforto è nato da ciò che si è potuto cogliere intorno a lui: sorrisi, consenso, evidente soddisfazione di altri senatori che si compiacevano del fatto che qualcuno trovasse il coraggio di sfidare la correttezza politica e di ingiuriare nuovamente gli ebrei. Nessuno dei presenti ha avuto la sensibilità, l’intelligenza e la prontezza per reagire”.
Leggi l’articolo

Presente in prima di tutto