Le 11 vittime dell'attentato alla sinagoga di Pittsburgh

In ricordo delle 11 vittime dell’attentato alla sinagoga di Pittsburgh

di Redazione
A pochi giorni  dall’attentato alla sinagoga di Pittsburgh, i media americani ricostruiscono le storie delle 11 vittime, freddate dall’estremista di destra Robert Bowers, che rischia ora la pena di morte.

Ecco le loro storie, così come le ha ricostruite la Cbs.

David (a sinistra) e Cecil Rosenthal

 

David Rosenthal, 54 anni, e Cecil Rosenthal, 59 anni
David e Cecil Rosenthal hanno vissuto la vita insieme all’aiuto di un’organizzazione di servizi per disabili. Una parte importante della vita dei fratelli era la Congregazione dell’albero della vita, in cui gli amici dicevano di non aver mai perso i servizi del sabato.

Richard Gottfried

Richard Gottfried

Richard Gottfried, 65 anni
Gottfried si stava preparando per un nuovo capitolo della sua vita. Ha diretto uno studio dentistico con sua moglie e la sua compagna Margaret “Peg” Durachko Gottfried. Il dentista, che spesso faceva attività di beneficenza vedendo pazienti che altrimenti non potevano permettersi le cure dentistiche, si stava preparando a ritirarsi nei prossimi mesi. Aveva appena festeggiato il suo 38 ° anniversario di matrimonio.

 

Jerry Rabinowitz

Jerry Rabinowitz, 66 anni
Il dottor Rabinowitz e il suo collega nel suo studio medico erano apparentemente destinati a trascorrere insieme le loro vite professionali. Lui e il Dr. Kenneth Ciesielka erano amici da oltre trent’anni, dal momento che vivevano allo stesso piano all’Università della Pennsylvania.
Ciesielka era qualche anno dietro Rabinowitz, ma se per destino o per design, i due finivano sempre insieme. Andarono allo stesso college, alla stessa scuola di medicina e avevano persino la stessa residenza all’Università di Pittsburgh Medical Center (UPMC) a distanza di alcuni anni. Rabinowitz, un praticante di famiglia presso l’UPMC Shadyside, è stato ricordato da UPMC come uno dei suoi “medici più gentili”. L’ospedale ha affermato in una nota che “la famiglia UPMC, in particolare UPMC Shadyside, non può nemmeno iniziare ad esprimere la tristezza e il dolore che proviamo per la perdita”.

Irvin Younger

Irvin Younger, 69 anni
Un vicino di casa nel quartiere di Mount Washington a Pittburgh, domenica, ha ricordato la vittima Irving Younger come “un uomo davvero simpatico”.

Daniel Stein

Daniel Stein, 71 anni
Stein era un membro di spicco della comunità ebraica di Pittsburgh, dove era un leader nella Congregazione della Nuova Luce e sua moglie, Sharyn, è vicepresidente del capitolo Hadassah dell’area. Di recente era diventato nonno. “Il loro ebraismo era molto importante per loro, e per lui”, ha detto il co-presidente del capitolo Nancy Shuman. ”

 

Joyce Feinberg

Joyce Feinberg, 75 anni

Fienberg e il suo defunto marito, Stephen, erano veri intellettuali. La 75enne ha trascorso gran parte della sua carriera presso il Centro di ricerca e sviluppo dell’apprendimento dell’Università di Pittsburgh, ritirandosi nel 2008 dal lavoro di ricercatore. Stephen, morto nel 2016 dopo una battaglia con il cancro, era un rinomato professore di statistica e scienze sociali alla Carnegie Mellon University. La coppia si era sposata nel 1965 e si era trasferita a Pittsburgh nei primi anni ’80. Joyce ha iniziato il suo lavoro al centro nel 1983. La coppia aveva due figli e diversi nipoti.

Melvin Wax


Melvin Wax, 88 anni

Wax è stato il primo ad arrivare alla New Light Congregation nel quartiere di Squirrel Hill di Pittsburgh – e l’ultimo ad andarsene: un pilastro della congregazione, che occupava quasi tutti i ruoli tranne il cantore.

Bernice e Sylvan Simons

 

Bernice Simon, 84 anni; Sylvan Simon, 86 anni
I Simons hanno perso la vita nello stesso posto in cui si sono sposati 62 anni fa. Erano in pensione e amavano fare passeggiate nel quartiere.

Rose Mallinger


Rose Mallinger, 97 anni

È la vittima più anziana della strage nella sinagoga di Pittsburgh. A differenza di quanto scritto da alcuni media, non era una sopravvissuta della Shoah ma fu testimone oculare dell’orrore nazista. Fu per molti anni segretaria della scuola del tempio che con sua figlia frequentava assiduamente. Era una donna dolcissima e premurosa, conosceva tutti e dispensava sorrisi con il cuore.

(Fonte foto: Cbs)

Menu