La Cantina Giuliano: la storia di una realtà che abbraccia i prodotti toscani, in chiave kasher

Di: 

Naomi Stern

14/09/2017

Il panorama dalla Cantina GiulianoVino kasher di qualità, buon cibo italiano, storia millenaria e ospitalità: sono queste le basi su cui Eli Gauthier e sua moglie Lara hanno aperto nel 2014 una cantina in Toscana, la Cantina Giuliano,  nella meravigliosa zona dei colli tra Pisa e Livorno.

Eli, che vive a Strasburgo sei mesi all’anno, ci ha raccontato come è nata la loro attività e come, giorno dopo giorno, si impegna a valorizzare il prodotto del territorio toscano in chiave strettamente kasher.

“Io lavoravo in una cantina, in Francia, dopo aver fatto un percorso di studi enologici. Ma lavorando, capivo sempre di più che quello che cercavo era qualcosa che potesse avvicinarsi maggiormente alla religione. Per questo motivo ho deciso, insieme a mia moglie Lara, originaria di Lari, il paesino dove abbiamo aperto la nostra cantina, di creare una realtà che andasse a valorizzare il territorio e i prodotti toscani, con l’attenzione completa verso la kasherut. Il tutto è nato constatando come, in Italia, mancasse del buon vino kasher e italiano e, sfruttando i contatti che mio suocero aveva con i vignai del posto, abbiamo deciso di provarci e di aprire una cantina con una produzione di vino 100% kasher. In questo modo, oltre a poter controllare la linea produttiva del mio vino, ho la possibilità di ridurre tutti i passaggi intermedi tra produttore e consumatore.

Il nostro vino è prodotto sotto la stretta sorveglianza di OU degli Stati Uniti e di Rav Eliezer Wolff, Dayan of Amsterdam, che ne certifica la kasherut.

Siamo partiti producendo un chianti DOCG, per poi specializzarci anche nella produzione del vermentino, un vino bianco e perfetto nell’accostamento con il pesce, fino ad arrivare ad un vino rosso pregiato, barricato 15 mesi  e che va a nozze con le carni rosse, i funghi e i cibi dai sapori forti, come il brasato.

Ma qual è il vero valore aggiunto che la Cantina Giuliano offre alla sua clientela?

“Ci impegniamo a regalare ai nostri clienti, ebrei e non, un’esperienza di cibo genuino e del posto. Tutti i turisti che si siedono alla nostra tavola hanno la possibilità di gustare il nostro vino e di mangiare dei piatti che sanno di territorio, di Italia! In questi giorni, per esempio, abbiamo offerto dei ravioli ripieni di carciofi, con burro, limone e bottarga. I prodotti genuini, il vino buono e il giusto prezzo, ci rendono l’unico ristorante kasher europeo con un’offerta del genere.”

La Cantina Giuliano offre due appartamenti in affitto, con una cucina kasher inclusa.

A un’ora da Firenze e a 30 minuti da Pisa e Livorno, questo angolo di paradiso culinario toscano pare essere un’ottima idea per un weekend estivo indimenticabile.

Sul sito www.cantinagiuliano.com tutte le informazioni.

Guarda gli altri articoli di Cultura

I commenti sono chiusi.