Centro Diurno Integrato Arzaga – Carta dei Servizi

28/06/2013

Comunita’ Ebraica di Milano

CENTRO DIURNO INTEGRATO ARZAGA

CARTA DEI SERVIZI
Guida per gli utenti e per i loro visitatori

INDICE

PRESENTAZIONE CARTA DEI SERVIZI pag. 3

1. DATI IDENTIFICATIVI pag. 4
2. COME SI ARRIVA AL CENTRO DIURNO pag. 4
3. TIPOLOGIA DELLE PERSONE ACCOLTE pag. 4
4. OBIETTIVI DEL CENTRO pag. 5
4.1. Ammissioni al Centro
4.2. Accessibilità e fruibilità
4.3. Lista di Attesa
4.4 Dimissioni
4.5. Giornata Tipo
5. RETTA GIONALIERA E SERVIZI OFFERTI pag. 7
6. SERVIZI GENERALI pag. 8
* Cucina-Menù tipo
* Trasporto
7. SERVIZI ALLA PERSONA pag. 9
* Servizio sanitario assistenziale e riabilitativo
* Servizio Psico-Sociale
* Servizio Educazione & Animazione
*Altri servizi/ruoli
*Terapista Occupazionale
* Servizio parrucchiere e podologo
8. ASSISTENZA RELIGIOSA pag. 10

9. FIGURE PROFESSIONALE pag. 11
10. TUTELA DELLE PERSONE RISPETTO AI DATI PERSONALI E pag. 12
CONSENSO
11 QUALITA’ DELLA PRESTAZIONI pag. 13
12 FORMAZIONE pag. 14
13 STRUMENTI DI VERIFICA pag. 15

ALLEGATI :
CARTA DEI DIRITTI DELLA PERSONA ANZIANA
DOMANDA DI AMMISSIONE
MENU’ TIPO
TUTELA OSPITE E SCHEDA SEGNALAZIONI
INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART. 7 D.Lgs. 196/2003
DICHIARAZIONE DI CONSENSO ALLA CURA
QUESTIONARIO SODDISFAZIONE OSPITI/PARENTI
QUESTIONARIO SODDISFAZIONE OPERATORI
REGOLAMENTO C.D.I.

Gentile Signore/a

Attraverso la Carta dei Servizi intendiamo offrire informazioni sugli aspetti operativi quotidiani che il nostro C.D.I. garantisce ai suoi utenti.
Si tratta di un documento che Le permetterà di conoscere meglio la nostra Struttura, i Servizi offerti e gli obiettivi che ci proponiamo di raggiungere per rispondere in modo sempre più concreto ai Suoi bisogni e alle Sue aspettative.
Inoltre la Carta dei Servizi non rappresenta solo un opuscolo per le informazioni, ma uno strumento per mezzo del quale Lei potrà contribuire allo sviluppo del progetto sanitario ed assistenziale che La riguarda. Sia a Lei che ai Suoi familiari è attribuito un ruolo molto importante. La invitiamo quindi a partecipare attraverso i Suoi consigli e segnalarci eventuali disservizi. Il tutto per venire incontro alle Sue esigenze e per garantir Le un soggiorno confortevole.
Confidiamo molto nella Sua collaborazione per migliorare il benessere di tutti i nostri utenti che in definitiva è lo scopo di tutto il nostro lavoro.

CENNI
Il Centro Diurno Integrato Arzaga Michail nasce nel Ottobre del 2012 grazie alla donazione ricevuta dalla Famiglia Michail che ha finanziato i lavori di adeguamento edilizio,gli arredi e lo avviamento del Centro Diurno su locali di proprietà della Comunità Ebraica di Milano, Ente Gestore del CDI e della RSA Residenza Anziani Arzaga..
Il Centro Diurno svolge le sue attività in locali adiacenti e in piena sinergia con la Residenza Sanitario Assistenziale (RSA) -Residenza Anziani Arzaga.La RSA ha una lunga tradizione , prima in altri edifici e dal 2008 in questa nuova struttura.

Dati identificativi del Centro Diurno Integrato

Denominazione Centro Diurno Integrato Arzaga
Ente Gestore Comunità Ebraica di Milano – RSA Arzaga

Indirizzo Via Arzaga 1 – 20146 Milano Tel. 02 91981

Forma giuridica Ente gestore Ente No Profit
Partita Iva 03547690150

Autorizzazione
al funzionamento S.C.I.A. del …………………….
Accreditamento
Regione Lombardia in attesa di delibera regionale
Convenzione
Comune di Milano Procedimento avviato

Servizio Accoglienza 02-91981
Sito Internet Ente Gestore www.mosaico.it
E-mail centro.diurno@com-ebraicamilano.it
E-mail accoglienza@com-ebraicamilano.it

Presidente e Rappresentante Legale Comunità Sig Walker Meghnagi
Segretario Generale Comunità Ing. Alfonso Sassun
Direttore Sanitario Dr. Paolo Moscato
Direttore gestionale Dr.ssa Antonella Musatti
Responsabile Servizi di Animazione e Educatrice Dr.ssa Lucia Zecca
Responsabile Servizio Psico-Sociale Dr.ssa Dalia Segrè
Servizio Amministrativo Sig.ra Barbara Correnti
Sig.ra Ivana Rolando

Come si arriva al Centro Diurno Integrato Arzaga Michail
Metropolitana linea 1, fermata Bande Nere ,10 min. a piedi o autobus 95 (direzione Frattini);Autobus 58 ( fermata Soderini/Bartolomeo d’Alviano);Autobus 50 e 61-Fermata Piazza Frattini , poi autobus circolare 95

Visite guidate
E’ possibile visitare il Centro, previo appuntamento anche telefonico.
Personale del centro accompagnerà la persona che ne farà richiesta, illustrando le attività e fornendo tutte le informazioni necessarie.

Tipologia degli utenti
Il Centro Diurno Integrato (CDI) può accogliere sino a 40 persone di età superiore ai 65 anni (salvo eccezioni )e risponde a bisogni socio-sanitari non sempre gestibili a domicilio.

La popolazione a cui si rivolge il Centro è dunque costituita da:
persone di norma di età superiore ai 65 anni
persone inserite in un contesto familiare per il quale l’assistenza domiciliare risulta insufficiente o troppo onerosa.
persone sole, a rischio di emarginazione, e non soggette a cure specifiche
persone con iniziale compromissione dell’autosufficienza che necessitino assistenza protetta e presidio della evoluzione delle proprie condizioni;

Il Centro potrà ospitare un massimo di 40 utenti.
4. Obiettivi del Centro
In coerenza con le Linee Guida Regionali ,il CDI ci si prefigge di :
dare un supporto diurno all’anziano non autosufficiente e alla sua famiglia, coadiuvandoli per prolungare la permanenza dello stesso al proprio domicilio;
prevenire il decadimento psico-fisico attraverso interventi adeguati ;
favorire l’integrazione e le relazioni interpersonali;
migliorare e mantenere le funzioni cognitive e funzionali residue;
contrastare l’isolamento e la perdita di motivazione alla cura di se e del se.

Tali obiettivi si perseguono in integrazione anche con i servizi sociali e sanitari del territorio e con i medici di famiglia, con l’impiego di personale qualificato e formato adeguatamente e il supporto delle associazioni di volontariato della comunità ebraica e della zona.

4.1 Ammissioni al Centro
Presentazione, accoglimento domande e ingresso dell’ospite nel C.D.I.
Il Servizio Psico-Sociale verifica, con la persona che presenta la domanda di ammissione, il profilo dello utente e la possibilità di un eventuale inserimento nel CDI , interfacciandosi con le altre competenze (direzione sanitaria e responsabile gestionale) .Più nello specifico:
Presentazione della domanda
All’atto della richiesta d’ingresso, l’utente o i suoi familiari concordano un incontro con il Servizio Psico-Sociale. Attraverso il colloquio si cerca di fare emergere i bisogni dell’utente mediante un’indagine sulla situazione abitativa, famigliare ed economica e sanitaria (compilazione della Scheda sociale ). Al termine del colloquio viene consegnata la Domanda di partecipazione al CDI che dovrà essere compilata dal richiedente per quanto concerne i dati anagrafici, e dal medico curante per quanto concerne i dati sanitari.
La Domanda di partecipazione dovrà essere corredata dei documenti indicati sulla domanda stessa, e riconsegnata agli uffici del CDI.
La domanda di partecipazione viene esaminata ed accolta in seguito alla verifica di appropriatezza con le Direzioni sanitaria e gestionale.

Ingresso nel C.D.I. E Primo P.A.I.
La prima accoglienza al momento dell’ingresso della persona anziana nel Centro viene effettuata dalla Educatrice,responsabile delle attività del CDI.Dopo il colloquio,e secondo le esigenze emerse, l’ospite verrà inserito nella quotidianità del Centro e/o affidato alle cure del personale sanitario e assistenziale per la corretta presa in carico dei suoi bisogni .
Si cerca di garantire un inserimento personalizzato del nuovo ospite, tenendo conto e valorizzando, i suoi particolari bisogni e desideri.
I parenti e le persone di riferimento possono partecipare, a richiesta,a parte della giornata per i primi 3-4 giorni di inserimento nel C.D.I.

Nello stesso periodo è previsto la messa a punto del PIANO DI ASSISTENZA INDIVIDUALE dell’Ospite , a cura dell’equipe multifunzionale, che permetterà sia di personalizzare l’assistenza che di fissare i primi obiettivi .Il Piano verrà regolarmente verificato ed aggiornato almeno ogni 6 mesi con il coinvolgimento dell’utente e /o dei suoi familiari.
In particolare verrà verificata nel primissimo periodo anche la scelta del tipo di frequenza
(quanti giorni alla settimana e orario) ,valutando e proponendo eventuali soluzioni alternative più consone alle esigenze e caratteristiche dello utente.
L’equipe è costituita da un medico, un Infermiere, un ausiliaria socio-assistenziale, un tecnico della riabilitazione, oltre che dai responsabili del servizio Educazione e Psico-sociale.

Lista di Attesa
In caso di saturazione dei posti disponibili è costituita una lista di attesa di norma in base ad un criterio di ordine cronologico, salvo situazioni di particolare urgenza socio-assistenziale che verranno valutate dall’équipe del CDI.

Contratto di ammissione ,Carta dei servizi e Regolamento
Il Contratto di Ammissione,la Carta dei Servizi e il Regolamento del CDI vengono consegnati durante il colloquio di ammissione in quanto documenti che riportano in dettaglio il contenuto delle scelte che si stanno effettuando.
I documenti vanno sottoscritti prima del ingresso e consegnati insieme a copia dei documenti personali dell’ospite .
Nel contratto vengono richiamati i principali contenuti dell’attività, i diritti ed i doveri di ciascuna delle parti,e viene evidenziata la partecipazione economica richiesta all’utenza per i servizi prestati.
In caso di difficoltà economiche il Servizio Psico Sociale informerà l’utente sulla possibilità di richiedere tariffe agevolate ( vedi apposito allegato al Contratto di ammissione).

Documentazione all’Ingresso (Privacy , Consenso Informato , Soddisfazione Utenza)
All’ingresso saranno inoltre consegnati all’ospite o al suo familiare per presa debita visione e sottoscrizione ::

_ Modulo di tutela per la privacy
_ Modulo del consenso informato alla cura
_ Modulo per segnalazione reclami/guasti
_ Questionario soddisfazione

Come detto sopra,Il Piano Assistenziale Individuale che comprenderà gli interventi individuati dagli operatori e condivisi con l’utente e/o i suoi familiari verrà consegnato dopo almeno 15 giorni di permanenza continuativa al Centro per poter valutare con maggior cognizione di causa le prime fasi di inserimento del nuovo utente..

4.2 Dimissioni
Le dimissioni avvengono per volontà dell’utente o per sopravvenute incompatibilità sanitarie o comportamentali (decadimento fisico o psichico).
In caso di decadimento l’équipe si riserva la possibilità di valutarne le sue dimissioni in quanto le caratteristiche dell’assistenza prestata nel Centro non saranno più appropriate .
Verrà sempre data comunicazione motivata con 15 giorni di preavviso .

4.3 Accessibilità e fruibilità
Il CDI è collocato al Piano terra dell’edificio di Via Arzaga 1 che ospita anche la RSA.
Dispone di spazi specifici adeguatamente attrezzati che permettono attività diversificate:
sala polifunzionale /tv
spazio attrezzato con poltrone relax per il riposo pomeridiano
cameretta con 2 letti per il riposo di ospiti in condizioni più critiche
spogliatoio con armadietti individuali
bagno assistito attrezzato per disabili e bagni uomo/donna
piccola tisaneria con frigorifero e forno a microonde
Il CDI condivide con la adiacente Residenza per Anziani diversi spazi per le attività collettive,la Biblioteca-Sala Personal Computer e il Bar al Piano Terra; al primo Piano lo spazioso Ristorante e al Piano Interrato 1 la Palestra e i relativi spogliatoi/servizi igienici.
Gli spazi e i percorsi sono tutti accessibili e fruibili anche da utenti in carrozzina, dotati di
segnaletica e riferimenti adeguati anche alle esigenze delle persone con problemi sensoriali e cognitivi, rispondenti ai requisiti richiesti dagli standard regionali.
Il CDI è dotato di ampi spazi verdi esterni, attrezzati , con percorsi protetti e accessibili.
La Reception ed il Centralino del CDI sono comuni con quelli della RSA ed aperti 24 ore.

4.4 Giornata tipo
Il Centro è aperto dal lunedì al giovedi dalle ore 8.30 alle ore 17,30 e il venerdi dalle 8.30 alle 15.00.
Il CDI rimane chiuso nei soli giorni festivi,civili, cattolici ed ebraici. Il calendario annuale con le date di chiusura verrà consegnato insieme al contratto di ammissione.Durante il mese di Agosto il centro rimane aperto .
Dalle ore 8.00 è presente un operatore presso il Centro a disposizione per accoglienza e che potrà ricevere eventuali comunicazioni.

SCHEMA ATTIVITA’ QUOTIDIANA
Ore 8,30/9,00 Arrivo al Centro
Ore 9,00/9,30 Caffè insieme
Momenti dedicati all’informazione e conoscenza degli eventi (lettura quotidiani,radio,ecc.)
Agli ospiti che lo necessitino vengono misurati i parametri e somministrata la terapia ( es: ospite diabetico)
Ore 10,15 Idratazione

Ore 10.30 Attività terapeutiche (fisioterapia, prestazioni infermieristiche,…)
Cura e ’igiene della persona (bagno, pedicure,parrucchiere,…)
Laboratori di animazione e/o terapia occupazionale
Ore12,30/13,45 Pranzo
Ore14,00/15,00 Riposo
Proiezioni televisive o cinematografiche .Musica Insieme.
Ore 15.30 Merenda e idratazione
Ginnastica dolce di gruppo
0re 16.15 Programma settimanale di animazione & attività varie
Eventuali uscite a piccoli gruppi ( o gite collettive)
Ore 17.30-18.00 Rientro al domicilio e chiusura del centro

L’orario di arrivo e di uscita(all’interno dell’orario 8.30-18.00) è concordato in fase di ammissione con la necessaria flessibilità che terrà conto delle esigenze degli utenti.

5. Retta e servizi offerti
La retta giornaliera di frequenza prevede una diversificazione secondo le fasce orarie :

TARIFFA GIORNALIERA (ESCLUSO TRASPORTO A CARICO UTENTE)

Giornata intera 8,30 – 18,00 euro 30,00
Mezza Giornata 8.30 – 14,00 euro 20,00
Pomeriggio ( con merenda) 15.30 – 18.00 euro 10,00

Servizi compresi nella retta :
– Prestazioni medico-infermieristiche secondo il bisogno
– Servizio psico-sociale
– Prestazioni assistenziali a cura della persona
– Animazione
– Fisioterapia e Terapia Occupazionale
– Servizio di ristorazione (merenda mattutina,pranzo e merenda pomeridiana)
– Servizio religioso ( a richiesta)
– Servizio amministrativo & servizio relazioni con il pubblico
– 1 Messa in piega e 1 manicure estetica al mese

I costi aggiuntivi,non inclusi nella tariffa giornaliera, riguardano dunque il trasporto, se richiesto. Altri servizi a pagamento potranno essere valutati caso per caso(ed inseriti nel Contratto di Ammissione se routinari).

Servizio di trasporto
Il CDI organizza e garantisce un servizio di trasporto quotidiano ai residenti delle zone limitrofe al CDI per tutti coloro che effettuano l’orario pieno.
Il personale incaricato si recherà al domicilio dell’ospite all’orario concordato in fase di ammissione (compreso tra le 8.30 e le 9.00 del mattino); il ritorno é previsto con partenza dal CDI alle 17.30 .
Il servizio è a pagamento .Il costo verrà definito in un range compreso tra 5 e 10 euro al giorno sulla base di una serie di variabili, legate alla zona di domicilio dell’utente,da concordare e sottoscrivere in sede di ammissione .
Qualora l’utente non possa recarsi al centro per motivi propri e non vi sia adeguato preavviso ( 2 giorni), il costo del trasporto verrà comunque addebitato.

Per un’informazione più completa ed esaustiva si rimanda al contratto di ammissione che dovrà essere sottoscritto dallo utente direttamente e/o da uno o più parenti dell’ospite, all’atto dell’ingresso nel CDI.

Modalità di Pagamento
Il corrispettivo delle prestazioni dovrà essere corrisposto entro il giorno 10 del mese successivo a quello di competenza e potrà essere effettuato preferibilmente,secondo le disposizioni legislative vigenti ,mediante assegno o bonifico bancario alle seguenti coordinate bancarie:
Banca Popolare Commercio e Industria,Agenzia 129 (Largo Zandonai)
C. C. : 000000000900
Intestato a : Comunità Ebraica di Milano
Causale : Quota CDI Arzaga Sig./Sig.ra ..……………………………………………
ABI :05048;CAB :01644;CIN :M
IBAN :IT 11 M 05048 01644 000000000900
Il corrispettivo dovuto corrisponderà alla tariffa giornaliera concordata per la frequenza ed il trasporto moltiplicata per i giorni di presenza del mese.
Il pagamento è sempre dovuto anche in caso di assenza. E’ possibile sospendere il pagamento in caso di assenze superiori a 15 giorni sempre che l’utente o suoi referenti abbiano provveduto ad avvertire tempestivamente il personale del CDI con telefonata o email(info.centrodiurno@com-ebraicamilano.it) .

6. Servizi generali
Cucina
La cucina interna della RSA garantisce la preparazione quotidiana dei pasti, tenendo presente le necessità caloriche, i gusti degli ospiti e le stagioni. E’ data la possibilità giornalmente di poter scegliere tra una serie di alimenti proposti. Si riporta in allegato “menù tipo” che varia a secondo della stagione. E’ prevista la possibilità, dietro indicazione medica, di usufruire di diete speciali in base a patologie specifiche.

7. Servizi alla persona
Servizio sanitario-assistenziale
Le caratteristiche del servizio si riassumono nella:
valutazione delle condizioni di salute psico-fisica dell’anziano, sia all’ingresso che con periodica e programmata periodicità, e registrazione sul fascicolo sanitario sociale con metodologia multidimensionale ;
se opportuno e con prescrizione del medico di base o assenso scritto del utente o familiare,ricorso a consulenze medico-specialistiche o indagini diagnostiche strumentali
rieducazione motoria e funzionale, a cura del servizio fisioterapia, previa valutazione del medico geriatra e medico fisiatra, e in accordo con il medico di base
predisposizione e attuazione di piani di assistenza individualizzati (P.A.I.). L’équipe socio-sanitaria si riunisce periodicamente per verificare i risultati e rivalutare gli obiettivi.
verifica costante delle condizioni igieniche personali e dell’alimentazione più appropriata per i singoli, comprese diete specifiche se necessarie;
assistenza o somministrazione di terapie, in linea con le indicazioni ricevute dal Medico di base.
Servizio Psico Sociale
Cura il processo di accoglienza, di valutazione dell’appropriatezza e di primo inserimento dell’utente nel CDI.
Tale servizio,di cui è responsabile la Dr.ssa Dalia Segrè, si pone come scopo prioritario quello di comprendere/valutare la sfera cognitiva ed emozionale degli ospiti . E’ inoltre responsabile dei rapporti con i loro familiari e con le istituzioni pubbliche e private e i servizi sociali e sanitari per anziani presenti sul territorio
Rappresenta dunque un ponte tra la quotidianità della vita nel centro dell’utente e le sue esigenze ed aspettative nella vita al domicilio
Servizio Educazione/Animazione.
Il ruolo svolto dalla Educatrice Professionale , dr.ssa Lucia Zecca,ha l’obiettivo di programmare e coordinare l’attività animativa del Centro e del personale che vi lavora .
Costituisce un momento forte di riferimento nella quotidianità della vita de CDI per gli utenti e gli operatori che vi sono adibiti.
Programma trimestralmente le attività per permettere all’ospite di vivere momenti piacevoli e gratificanti, al fine di risvegliare interessi e curiosità e valorizzare le proprie capacità con l’ obiettivo di favorire ed ampliare la possibilità di rapporti interpersonali, consentire una partecipazione libera e personalizzata, sia come protagonista, che come osservatore; costituire un mezzo in cui i familiari, il personale, gli amici, i volontari, abbiano possibilità di agganciarsi.
Sono previste uscite per gite, visite presso mostre o musei.

Fisioterapia e Terapia Occupazionale
Oltre alle attività di prevenzione e mantenimento motorio condotte nel Centro,il servizio fisioterapia, in collaborazione con la terapista occupazionale,realizzerà interventi mirati per la scelta e l’uso appropriato di tutti quegli ausili necessari per il carico assistenziale a casa e il mantenimento dell’autonomia della persona nei vari ambienti.
Il volontariato
L’Associazione Federica Sharon Biazzi concorre con i suoi volontari al mantenimento, nell’anziano, dell’interesse ad una socialità viva e positiva. Inoltre, contribuendo all’organizzazione di momenti ricreativi, gite, vacanze, uscite a teatro, ecc. valorizza ed incrementa la cultura della solidarietà
Barbiere, parrucchiere e podologo.
Tali servizi sono disponibili e resi su richiesta (vedi tabelle esposte ).

8. Figure professionali
In coerenza con gli standard gestionali Regione Lombardia riferiti a un massimo di 40 utenti si assicurano la copertura quanti- qualitativa dei seguenti ruoli professionali:
Responsabile del Centro:Il ruolo è svolto dalla Direzione Gestionale Operativa della RSA in modo da assicurare la massima integrazione .La Direzione Gestionale è coadiuvata e si avvale della responsabile del servizio psico-sociale ( dr.ssa Dalia Segrè) e della responsabile del servizio educazione ed animazione (dr.ssa Lucia Zecca)per la impostazione generale dei servizi del Centro e la verifica dei risultati.
Medico (assistenza medica dedicata per almeno 6h settimanali per 40 ospiti)
Infermiere professionale (assistenza Infermieristica dedicata per almeno 23 h settimanali per 40 ospiti)
Fisioterapia ( Fisioterapista dedicato per almeno 23 h settimana)
Ausiliari Socio Assistenziali (per almeno112 ore settimanali)
Attività Animatori/Arte Terapisti (per almeno 19 h settimanali)
Tutto il personale operante all’interno del Centro è riconoscibile mediante il cartellino di riconoscimento.

9. Assistenza Religiosa
Il Centro Diurno Integrato Arzaga è un Centro appartenente alla Comunità Ebraica di Milano.Viene dunque curata l’assistenza religiosa ebraica con lo svolgimento di regolari funzioni nella giornata di sabato,per gli utenti che volessero e potessero parteciparvi, e nelle altre festività ebraiche .Sono programmate attività animative in linea con le tradizioni festive ebraiche in comune con la Residenza Anziani ;sono previste anche lezioni ed attività culturali legate allo studio dell’ebraismo con la collaborazione dell’ufficio rabbinico.
Tutti i cibi serviti sia nel Centro che nella RSA rispettano le regole della kasherut( regole alimentari ebraiche). Nel rispetto di tale osservanza,non possono essere introdotti nella struttura cibi che non sono dichiarati kasher.
Gli utenti sono tenuti a evitare comportamenti ed azioni contrastanti con le pratiche religiose e la tradizione ebraica nel rispetto dei principi della Casa. L’infrazione di tali norme potrà portare all’invito a valutare soluzioni alternative.

10. Tutela delle persone rispetto al trattamento dei dati personali-
“ Carta dei diritti della persona anziana” e “Dichiarazione di consenso informato alla cura”
In adempimento del D.lgs. 196/2003, il Centro Diurno Integrato garantisce il trattamento dei dati personali nel rispetto dei diritti, delle libertà fondamentali, nonché della dignità delle persone fisiche, con particolare riferimento alla riservatezza e alla identità personale.
Il Centro riconosce i contenuti e si adopera nell’attuazione operativa e culturale della “Carta dei diritti della persona anziana” che allega alla presente Carta dei Servizi
Al momento dell’ingresso nel Centro verrà consegnata la “Dichiarazione di consenso informato alla cura” che dovrà essere compilata e sottoscritta dall’ospite e/o dal parente ove l’ospite non fosse pienamente capace di intendere e volere

11. Qualità delle prestazioni
Sul piano del miglioramento della qualità dei servizi offerti, il Centro concentra la propria attenzione sui seguenti obiettivi:
a) Applicare a tutti gli utenti il Piano di Assistenza Individualizzato (PAI) che mira alla rilevazione e alla risoluzione dei bisogni della singola persona avvalendosi del lavoro d’équipe al quale partecipano tutte le figure professionali.
b) Redigere un fascicolo sanitario e sociale per ogni ospite, secondo le direttive emanate dalla Regione Lombardia.
c)Sviluppare l’integrazione tra le diverse figure professionali che compongono l’équipe.
d) Rendere uniformi gli interventi attraverso adeguati protocolli che guidino il processo di accoglienza e di comunicazione con i nuovi utenti,la metodologia di lavoro in equipe e di fissazione e verifica degli obiettivi PAI,l’utilizzo di linee guida in materia di Igiene e cura dell’ospite; somministrazione degli alimenti e delle bevande;prevenzione delle cadute; trattamento dell’incontinenza ed altri temi che si rivelino fondamentali per una presa in carico appropriata.Le procedure saranno spiegate e messe a disposizione degli operatori presso la Segreteria del CDI. Sarà compito del Responsabile del CDI verificarne la loro realizzazione e il controllo.
.
12. Formazione
Gli obiettivi formativi sono coerenti ai progetti di miglioramento della qualità .
Tutti i profili professionali sono coinvolti nei processi formativi che sono finalizzati a :
a) migliorare i processi di comunicazione tra operatori e utenti/familiari ;
b) favorire lo sviluppo del lavoro di équipe e la personalizzazione degli interventi;
c) garantire il costante aggiornamento degli operatori dal punto di vista tecnico ed assistenziale.
Gli operatori sanitari obbligati al conseguimento dei crediti ECM previsti dalla normativa vigente parteciperanno ai corsi di aggiornamento organizzati dalla RSA , che pianificherà ogni anno un piano formativo per tutte le figure, oppure presso Enti esterni con il coinvolgimento anche delle Cooperative a cui viene dato l’appalto .

13. Strumenti di verifica e pubblicazione della Carta dei Servizi
Sono previsti:
somministrazione di questionari di gradimento per la valutazione della soddisfazione degli ospiti,dei familiari e degli operatori, con cadenza annuale e con restituzione dei dati emersi, sia agli operatori, in sede di riunione d’équipe, sia agli utenti/familiari , esponendone copia presso gli uffici del CDI ;
pubblicazione della presente Carta dei Servizi quale strumento di informazione con consegna a tutti i futuri utenti e a chi ne farà richiesta. Sarà inviata agli Enti che esercitano forme di controllo o vigilanza sulle attività del Centro e verrà messa a disposizione di Patronati,Sindacati ed Associazioni degli Utenti/ consumatori;
possono essere presentati reclami / apprezzamenti dall’utenti o dai familiari, compilando l’apposito modulo e consegnandolo al Responsabile del Centro che avrà cura di dare risposta entro 10giorni .

I reclami possono essere anche segnalati via posta, email(info.centrodiurno@com-ebraicamilano.it) o con Fax(0291981011)

14. Norme di comportamento
L’ospite che utilizza gli spazi ed i servizi comuni, è invitato al rispetto delle regole di pulizia e di decoro dei medesimi.
Non è consentito adottare comportamenti, introdurre oggetti ed assumere iniziative che possano risultare a rischio della propria o dell’altrui incolumità.
E’ vietato l’abuso di sostanze alcoliche.
Gli ospiti, e i loro visitatori, non potranno fumare negli spazi dedicati al CDI e negli altri locali dove esiste specifico divieto.
Si suggerisce di non tenere con sé oggetti personali di valore o rilevanti somme di denaro. L’Amministrazione del CDI non risponde di eventuali furti.

15.Rapporti con i familiari
Per ogni evenienza, è indispensabile poter comunicare in qualunque momento, con i familiari o referenti dell’utente del CDI. I familiari o il referente dovranno indicare i propri recapiti (indirizzo, telefono, fax), ed ogni successiva variazione, anche se temporanea.

Regolamento interno

Al fine di armonizzare il buon funzionamento del CDI con le necessità operative e la tutela della sicurezza, i partecipanti ed i loro familiari sono invitati al rispetto del seguente regolamento:
Funzionamento del C.D.I.
Il Centro é aperto dal lunedì al giovedì, dalle ore 08.30 alle 17.30 presso la sede della RSA Arzaga a Milano in via Arzaga1. Il C.D.I. é predisposto per l’accoglienza di 40 persone. Parenti e conoscenti possono far visita e partecipare alle attività organizzate ma debbono rispettare operatori e utenti e non causare disturbo al corretto svolgimento delle attività.
Servizi prestati
a) Assistenza diretta e cura della persona: bagno assistito, parrucchiere e pedicure;
b) Assistenza sanitaria: interventi infermieristici e visite medico-specialistiche periodiche, atte a mantenere o migliorare l’autonomia residua;
c) Animazione, organizzazione del tempo libero, socializzazione ed attività culturali
d) Ristorazione (colazione, pranzo, break pomeridiano);
e) Assistenza religiosa ebraica;
f) Trattamenti riabilitativi;
g) Segretariato sociale;
h) Fisioterapia.
Terapia medica
Viene garantita la somministrazione della terapia medica prescritta dal medico di famiglia. Le medicine ed i presidi personali (pannoloni, cateteri, sacche per stomie, garze, siringhe, ecc.) devono essere portati da casa e deve essere garantito il mantenimento delle scorte necessarie per almeno una settimana.
Possono essere attivate dal medico del Centro Diurno Integrato visite specialistiche e/o percorsi riabilitativi individuali in accordo con il medico di famiglia.
Servizio religioso
La Sinagoga della RSA Arzaga é a disposizione degli ospiti, anche per tutte le iniziative promosse dal rabbinato.
Retta
La retta mensile di partecipazione, commisurata sui giorni di frequenza concordati, va saldata entro i primi dieci giorni lavorativi di ogni mese.
Assenze
L’ospite che per qualsiasi motivo non può frequentare momentaneamente il C.D.I., e in particolare colui che fruisce del servizio di trasporto, deve segnalare la sua assenza telefonando al Centro entro le ore 7.30 del mattino al seguente n° 02/91981
Trasporto
Il C.D.I. garantisce un servizio di trasporto quotidiano ai residenti delle zone limitrofe alla sede. Il personale incaricato(autista) si recherà al domicilio dell’ospite all’orario comunicato dal CDI., compreso tra le 8.30 e le 9.00 del mattino; il ritorno é previsto tra le 17.30 e le 18.00.
Protesica, denaro, oggetti personali e preziosi
Gli apparecchi protesici, (occhiali, dentiere, protesi acustica, bastone, ecc.) in dotazione all’ospite, vanno segnalati all’Infermiere Professionale del CDI., evidenziandone lo stato di mantenimento.
Poiché gli ospiti del C.D.I. possono usufruire di quanto loro necessita, sono invitati a non portare con sé rilevanti somme di denaro, soprattutto se coesistono condizioni cognitive compromesse; così dicasi per oggetti preziosi, in quanto la Direzione declina ogni responsabilità in caso di smarrimento.
E’ altresì vietato portare bevande alcoliche o ogni tipologia di cibo all’interno del C.D.I..
Rapporti con il personale ed Ufficio Relazioni con il Pubblico
Il personale infermieristico e di assistenza é formato ed educato ad un comportamento disponibile ed accogliente verso gli ospiti ed i loro familiari.
La Direzione Gestionale,le responsabili dei principali servizi del Centro Diurno e gli Uffici segretariali ed amministrativi sono a disposizione del pubblico secondo gli orari esposti in bacheca.
Problemi ed inconvenienti vanno segnalati per iscritto ed inoltrati alla direzione entro 24 ore dall’accaduto.
Il Servizio Psico-Sociale( o persona da questo delegata) sono a disposizione del pubblico per la gestione delle domande, previo appuntamento telefonico ( 0291981).

Disposizioni generali
Il mancato rispetto del regolamento può essere causa di dimissione dell’ospite dal Centro Diurno Integrato Arzaga della Comunità Ebraica di Milano.Altre situazioni o eventi per ora non contemplati nel regolamento, verranno considerate individualmente.
E’ auspicabile comunque che i rapporti con gli operatori e l’ambiente, siano improntati da regole di buona convivenza e di rispetto.

Guarda gli altri articoli di Servizi & info

I commenti sono chiusi.