David Grossman vince il Man Booker International Prize

Di: 

Nathan Greppi

16/06/2017

Lo scrittore David Grossman e la sua traduttrice Jessica Cohen premiati con il Man Booker International Prize 2017 al Victoria & Albert Museum di Londra, 14 giugno 2017Mercoledì 14 giugno lo scrittore israeliano David Grossman è diventato il primo israeliano a vincere il Man Booker International Prize, tra i premi letterari più importanti al mondo. Ne dà notizia Arutz Sheva.

La sua vittoria, conseguita con il romanzo A Horse Walks into a Bar (Applausi a scena vuota nella traduzione italiana, pubblicata nel 2014 da Mondadori), è stata annunciata durante una cena al Victoria Albert Museum di Londra.

Il Premio, istituito nel 2004, viene assegnato ogni due anni a uno scrittore che non proviene dai paesi del Commonwealth (a differenza del Man Booker Prize) ed eventualmente a colui che ne ha tradotto l’opera in inglese.

Grossman è il primo israeliano a vincere il premio, e tra gli altri finalisti vi sono anche Amos Oz, candidato per il suo romanzo Giuda, e la scrittrice ebrea argentina Samantha Schweblin.

Grossman ha diviso il premio di 50.000 sterline con Jessica Cohen, traduttrice in inglese del romanzo (accanto a lui nella foto).

Come riporta Il Post Nick Barley, presidente della giuria, ha dichiarato che il libro “accende una luce sulle conseguenze del dolore, senza un briciolo di sentimentalismo […] siamo rimasti stupiti dalla capacità di Grossman di descrivere le emozioni e dai rischi che si è preso nello stile: ogni singola frase, ogni singola parola hanno un peso in questo alto esempio di abilità e scrittura”.

L’unico autore ebreo ad aver vinto prima di lui fu l’americano Philip Roth, nel 2011. Tra gli autori italiani in passato sono stati candidati Antonio Tabucchi ed Elena Ferrante, ma ad oggi nessun nostro connazionale ha ancora ricevuto il premio.

Guarda gli altri articoli di Attualità

I commenti sono chiusi.